Questo sito utilizza alcuni tipi di cookie per la navigazione. Continuando la navigazione o chiudendo il banner ne accetti l'utlizzo.

Scuola di sci-alpinismo “Franco Cavarero”: corso 2018

Corso 2018

Con la neve sulle montagne monregalesi e le stazioni di sci aperte in anticipo, la scuola di sci alpinismo “Franco Cavarero”, della sezione di Mondovì del CAI, annuncia e promuove il corso di introduzione allo sci alpinismo per il 2018.
Tra gli scopi e i motivi per invitare gli appassionati di sci e di montagna a seguire il corso, possiamo proporre:

  • Approfondire la conoscenza della montagna e imparare a frequentarla con rispetto e attenzione;
  • Imparare cosa vuol dire spirito di gruppo e solidarietà, fondamentali per la buona riuscita di una gita in compagnia;
  • Acquisire conoscenze tecniche specifiche, mirate a garantire il livello di sicurezza necessario e ad imparare ad affrontare e mitigare i rischi correlati;
  • Praticare un’attività ricca di emozioni;
  • E non ultimo divertirsi, sia durante che dopo le gite, con un gruppo di persone accomunate dalla stessa passione, di età dai 18 ai 70 anni.
  • Il corso di introduzione allo sci alpinismo SA1 è tenuto da istruttori della Scuola di Sci Alpinismo “Franco Cavarero” del CAI, Sezione di Mondovì.
  • Prevede un impegno graduale alle difficoltà, per chi non ha esperienza e allenamento specifici; si richiede allo scopo solo un’adeguata preparazione atletica di base.
    Costo di iscrizione: 120 €.

Programma del corso SA1 2018

  • 15 dicembre: presso la sezione del CAI in via Beccaria 26, presentazione del corso e illustrazione dei materiali.
  • 12 gennaio: Iscrizioni; distribuzione della dotazione materiali individuali per la sicurezza, prova funzionamento ARTVA.

Lezioni teoriche:

  • 19 gennaio: ARTVA: cos'è e come si usa in ricerca su valanga
  • 2 febbraio: preparazione e conduzione della gita
  • 16 febbraio: NEVE e valanghe
  • 2 marzo> topografia e orientamento
  • 16 marzo: meteorologia
  • 6 aprile: intervento di 1° soccorso – effettuazione di una chiamata di soccorso
  • 20 aprile: Morfologia del terreno ed effetti sull'attività alpinistica

 

Uscite in montagna:

  • 14 gennaio: val Maudagna, zona Prato Nevoso: prove di discesa in pista, breve percorso di risalita con le pelli, prove di ricerca con ARTVA (Giornata “Sicuri sulla neve” 2018)
  • 21 gennaio: Rocca Stella e L’Alpe, da Saretto – val Grana
  • 4 febbraio: Monte Estelletta, da Chialvetta - val Maira
  • 18 febbraio: Cima Tempesta, da Tolosano – Val Maira
  • 4 marzo: Pitre de l’Aigle, da Pragelato, Traverses – val Chisone
  • 18 marzo: Colle della Gianna e Punta Sea Bianca, da Pralapia (Bobbio P.) – val Pellice
  • 7 aprile: Cima delle Vallette, da Frais – val Susa
  • 8 aprile: Cima Ciantiplagna, da Pian del Frais – val Susa
  • 21 aprile: rif Guido Muzio (Ceresole R.) – valle dell’Orco: esercitazione di autosoccorso
  • 22 aprile: Costiera dell’Uja - Colle della Crubià, da Chiapili - valle dell’Orco.

 Locandina SA1 17 18 bozza D

Scialpinismo

sciaplinismo

 

La Scuola di Scialpinismo Franco Cavarero si occupa di organizzare i corsi SA1, SA2 ed SA3 , aventi le seguenti caratteristiche:

 
CORSO SA1

FINALITA’

  •     Essere autonomo all’interno di gruppi organizzati.
  •     Partecipare a gite organizzate da persone più esperte e che non si svolgono su ghiacciaio.

CARATTERISTICHE DEI PARTECIPANTI

  •     Non hanno esperienza di montagna nè estiva e nè invernale
  •     Provengono dallo sci di pista e sono dotati di discrete abilità sciatorie


LEZIONI TEORICHE

  •     Presentazione. Materiali ed equipaggiamento
  •     Tecnica di discesa. ARVA (solo modalità d’uso utili per la gita): principio di funzionamento, accensione, spegnimento, controllo del buon funzionamento tra compagni di gita
  •     Ricerca con ARVA: curva di sopravvivenza, funzionamento, portata, metodi di ricerca, fasi della ricerca. Descrivere sia l’ARVA analogico che l’ARVA digitale.
  •     Topografia e orientamento: lezione introduttiva
  •     Elementi di meteorologia e conoscenza del bollettino
  •     Neve e valanghe (prima parte serie diapositive CAI-AINEVA e integrazioni dal manuale)
  •     Preparazione di gita e condotta di gita (seconda parte serie diapositive CAIAINEVA e integrazioni dal manuale)
  •     Preparazione fisica e alimentazione.
  •     Richiesta di soccorso. Elementi di primo soccorso

LEZIONI PRATICHE

  •     Tecnica di discesa su pista e fuori pista . Controllo equipaggiamento e uso delle pelli in salita. Controllo buon funzionamento dell’ARVA .
  •     Tecnica di salita. Ricerca ARVA..
  •     Ricerca ARVA . Osservazione ambiente.
  •     Considerazione dei fattori di rischio (visibilità, altezza neve o accumuli, inclinazione del pendio, partecipanti ) e osservazione del manto nevoso (probabili piani di slittamento)
  •     Topografia ed orientamento . Uso della sonda e prova di sondaggio singola e di gruppo. Ricerca ARVA.
  •     Regole di sicurezza per l’esecuzione della traccia in salita e in discesa.
  •     Osservazione ambiente. Ricerca ARVA.
  •     Partecipazione ad una operazione di autosoccorso: 2 ARVA sepolti più uno zaino sepolto privo di ARVA. Dimostrazione di trasporto di infortunato

 
CORSO SA2

FINALITA’

  •     Partecipare a gite su ghiacciaio e/o che presentano tratti alpinistici di bassa difficoltà ,organizzate da sci alpinisti più esperti
  •     Saper effettuare in autonomia e sicurezza una gita di facile .
  •     La gita , scelta in un gruppo di itinerari consigliati, corredata da adeguate informazioni nivometeo dovrà essere infine ritenuta fattibile da sci alpinisti esperti

CARATTERISTICHE DEI PARTECIPANTI

  •     hanno frequentato con profitto un corso SA1 oppure posseggono una esperienza equivalente
  •     hanno effettuato altre escursioni sci alpinistiche con gruppi organizzati

LEZIONI TEORICHE

  •     Presentazione. Materiali ed equipaggiamento. Manutenzione attrezzatura.
  •     Tecnica di discesa
  •     Topografia ed orientamento
  •     Pronto soccorso e chiamata di soccorso.
  •     Tecniche di progressione su roccia
  •     Caratteristiche del ghiacciaio
  •     Progressione in conserva: su ghiacciaio, su terreno facile, su cresta di neve e di roccia
  •     Meteorologia e interpretazione del bollettino nivo-meteo
  •     Neve e valanghe 2: gradiente, metamorfismi, condizioni critiche, fattori del distacco; metodi di esame del manto nevoso

LEZIONI PRATICHE

Durante le uscite, oltre a trattare gli argomenti principali di seguito elencati, vengono approfondite le tematiche già considerate nel corso SA1: tecniche di salita e di discesa, topografia ed orientamento, osservazione delle condizioni meteo, del manto nevoso, del terreno e dei partecipanti, rispetto delle norme di sicurezza in salita e in discesa, ricerca con ARVA

  •     Topografia e orientamento; tracciato di rotta.
  •     Tecniche di progressione su roccia
  •     Progressione con ramponi e piccozza
  •     Progressione su ghiacciaio con gli sci
  •     Recupero da crepaccio su ghiacciaio
  •     Valutazione stabilità del manto nevoso. Realizzazione di un bivacco di fortuna.
  •     ARVA: applicare i metodi di ricerca multipla (quadranti e microgreca).
  •     Partecipazione ad un autosoccorso. Trasporto di un infortunato

 
CORSO SA3

FINALITA’

  • Saper organizzare in autonomia una gita di media difficoltà (BSA) anche su ghiacciaio.
  • Condurre un gruppo con situazioni di pericolo molto basse.
  • La gita, corredata da adeguate informazioni nivometeo, dovrà essere infine ritenuta fattibile da sci-alpinisti esperti

CARATTERISTICHE DEI PARTECIPANTI

  •     Hanno frequentato con profitto un corso SA2 o posseggono equivalente esperienza
  •     Hanno svolto attività autonoma sci alpinistica , e su terreno misto con difficoltà PD
  •     Hanno predisposizione ed esperienza per diventare, dopo aver frequentato il corso, aiuto-istruttori e capi-gita sezionali

LEZIONI TEORICHE

  •     Topografia e orientamento con l’impiego del gps
  •     Pronto soccorso e rianimazione.
  •     Catena di assicurazione
  •     Tecniche di progressione in parete su ghiaccio e roccia (classica, bilanciata,ventrale)
  •     Autosoccorso in parete
  •     Neve e valanghe 3: analisi della stabilità del manto nevoso tramite profili stratigrafici e blocchi di slittamento. Analisi di bollettini
  •     Preparazione e condotta di gita 3: responsabilità di un capo gita; analisi di incidenti
  •     ARVA 3: ricerca multipla, ricerca di profondità, modelli di ARVA
  •     Gestione di un autosoccorso in valanga
  •     Storia dello sci alpinismo. Aspetti di ecologia e di tutela dell’ambiente montano

LEZIONI PRATICHE

Durante le uscite, oltre a trattare gli argomenti principali di seguito elencati, vengono approfondite le tematiche già considerate nei corsi SA1 e SA21: tecniche di salita e di discesa, topografia ed orientamento, osservazione delle condizioni meteo, del manto nevoso, del terreno e dei partecipanti, rispetto delle norme di sicurezza in salita e in discesa, ricerca con ARVA, progressione in cordata su roccia e ghiaccio

  •     Tecnica di discesa su pista e fuori pista
  •     Ricerca ARVA : ricerca multipla e seppellimenti profondi
  •     Progressione su roccia (salita su una parete con tiri di corda)
  •     Progressione su ghiaccio (salita su una parete con tiri di corda)
  •     Manovre di corda (corda doppia, corda fissa, risalita autonoma )e autosoccorso di una cordata in parete
  •     Progressione con ramponi e piccozza su terreno misto
  •     Progressione su ghiacciaio e recuperi da crepaccio
  •     Studio della stabilità del manto nevoso

Sistema di articolazione del corso basato su moduli monotematici.